Lavoro

vai alla sezione

Anche se la chirurgia e le pillole dimagranti sono le opzioni scelte come fare per perdere peso velocemente da molte persone per perdere così tanto peso velocemente, fare dei cambiamenti
Questa sezione è destinata alla branca del diritto del lavoro e persegue lo scopo di mettere in luce le diverse problematiche riscontrabili in questo settore con particolare riferimento alle evoluzioni legislative in materia.

Istruzione

vai alla sezione

Quest’area è dedicata ad aspetti oggetto di frequente contenzioso in ambito amministrativo inerenti, in particolare, il diritto allo studio e l’accesso alle forme di abilitazione accademiche strettamente connesse al ramo dell’istruzione.

Altri diritti

vai alla sezione

Questa categoria mira a costituire un osservatorio sulle novità normative e giurisprudenziali di maggior rilievo ed interesse, la cui violazione è suscettibile di avere una più o meno pressante incidenza sulla vita dei cittadini.

Editoriale

  • a cura dell'Avvocato Michele Bonetti
    Vizio dell’anonimato: il peccato originario
    Vizio dell’anonimato: il peccato originario Correva l’anno 2007 ed in un test, molto similare a quello attuale, venivano adottate modalità di svolgimento della prova non sufficienti a garantire l’anonimato. Nel test del 2007, pregno di brogli e procedimenti penali riuniti dalla Procura di Roma per le varie sedi universitarie della Repubblica, il problema nasceva dalla presenza all’interno della scheda anagrafica, oltre al nome e cognome del candidato, di un codice alfanumerico posto immediatamente sotto il codice a barre. L’alto Commissario per l’Anticorruzione propose così l’eliminazione di detto codice: levando quella semplice riga dal test l’anonimato non sarebbe più stato leso. Come del resto accade in quasi tutti gli altri concorsi pubblici le cui prove preselettive iniziano col test. Il codice a barre, infatti, rimane comunque leggibile, nel senso che dalla lettura ottica si evince proprio il codice segreto; basta un qualsiasi smartphone dotato di un’applicazione gratuita scaricabile da Google per leggere tali codici; proprio come…
La presentazione del nuovo libro di Michele Vietti. “Mettiamo Giudizio, Il giudice tra potere e servizio”
Pubblicato in Altri diritti

La voce del diritto, nella persona del direttore responsabile del periodico giuridico, la dott.ssa e giornalista Roberta Nardi, era presente il 21 marzo 2017 insieme alle troupe del Tg1 e Mediaset, alla presentazione del nuovo libro di Michele Vietti “Mettiamo Giudizio, Il giudice tra potere e servizio” presso la Corte di Cassazione.

SOSTANZE STUPEFACENTI, ILLEGALITA’ DELLA PENA E SORTE DEL GIUDICATO DI CONDANNA: LA RIDETERMINAZIONE DELLA PENA GIUSTA NEI BINARI DELLA LEGALITA’.
Pubblicato in Altri diritti

La materia delle sostanze stupefacenti è da diversi anni oggetto di vivace attenzione giurisprudenziale. 

Annullato o ritirato in autotutela un provvedimento amministrativo, a chi spetta la giurisdizione rispetto alla domanda risarcitoria del privato?
Pubblicato in Altri diritti

Il tema, attualissimo, ha richiamato l’attenzione sia della giurisprudenza civile che amministrativa.  

L’infortunio dell’alunno prima dell’inizio delle lezioni non esclude la responsabilità del Ministero
Pubblicato in Altri diritti

La Cassazione si è pronunciata nuovamente sulla responsabilità civile derivante dall’infortunio dell’alunno 

La solidarietà intergenerazionale quale strumento di giustizia redistributiva. Commento a Corte costituzionale n. 173 del 2016
Pubblicato in Altri diritti

Il presente articolo, muovendo dall’analisi della sentenza n. 173/2016 della Consulta relativa al prelievo forzoso sulle c.d. pensioni d’oro, intende illustrare

IL CONCORSO ESTERNO IN ASSOCIAZIONE MAFIOSA: IL “SI” DELLA CASSAZIONE SULLA CONFIGURABILITA’ DELL’ISTITUTO
Pubblicato in Altri diritti
L’«ESIGENZA DI ALIMENTARSI» TRA LICEITÀ E NECESSITÀ DELLA CONDOTTA
Pubblicato in Altri diritti

La sentenza della Corte di Cassazione, Sez. V, 7 gennaio – 2 maggio 2016, n. 18248 è stata al centro di un vivace dibattito mediatico e giuridico.

Nuovi diritti riproduttivi: la maternità surrogata. Intervista alla Biologa e Specialista in Genetica Medica Dott.ssa Marina Baldi
Pubblicato in Altri diritti

A seguito del continuo dispiegarsi di fenditure nella L.40/2004, a opera della Consulta, siamo giunti con la sentenza n. 162/2014 all'accoglimento della questione di legittimità costituzionale sul divieto alla fecondazione eterologa. 

Cassazione: Il rendiconto sull’impiego delle somme versate per il mantenimento? Non è scritto da nessuna parte ed è superfluo
Pubblicato in Altri diritti

Nota a sentenza Corte di Cassazione, Sezione I, 18 giugno 2015, n.12645. 

La surrogazione di maternità: la natura ha smesso di essere la sola custode dei limiti biologici?
Pubblicato in Altri diritti

Note a margine della Corte di cassazione - Sezione I civile - Sentenza 11 novembre 2014 n. 24001

a. Il fatto. La vicenda parte dalle indagini di un Pm insospettitosi di fronte alla dichiarazione di nascita fatta dalla coppia che aveva presentato un certificato ucraino che li riconosceva entrambi come genitori biologici.